domenica 14 novembre 2010

I compiti: devo aiutarlo a farli?

Con mio stupore ho notato tra parenti e amici che le mamme collaborano, troppo, nell'andamento scolastico dei propri figli.
In pratica i figli vanno a scuola e le mamme gli fanno i compiti. Non per polemizzare ma cosa credete di ottenere sapendo di aver "aiutato" il vostro bambino con i compiti a casa?
Forse sarà anche un genio agli occhi della maestra ma di certo non nella vita!
Come credete che il vostro bambino imparerà ad impegnarsi e ad affrontare gli ostacoli della vita quando voi genitori vi occupate di eliminare i suoi primi ostacoli che sono quelli scolastici?
Il vostro bimbo non si sentirà mai gratificato quando a scuola la maestra gli fa i complimenti perchè sa bene che se non fosse stato per la mamma probabilmente quel compito sarebbe stato pieno di errori.
Ricordo, quando ero piccina che mia madre non mi ha mai aiutato, certo lei lavorava sempre e quindi non aveva tempo per me, però da sola riuscivo ad arrangiarmi e a fare i compiti e quando rivecevo complimenti dalla maestra ero al settimo cielo, perchè da sola, avevo fatto i compiti.
Quando mia madre parlava con le maestre, loro le dicevano quanto ero in gamba a fare i compiti da sola a differenza di molti miei compagnetti che si facevano aiutare dai genitore e le maetre se ne accorgevano.
E vero, i genitori ti possono anche fare tutti i compiti a casa ma poi quando ti chiamano alla lavagna si scoprono tutti gli altarini!
E' sbagliato aiutare i figli, seduti accanto a loro tutti i pomeriggi rischiamo solo di fargli perdere il significato dell'impegno e la voglia di apprendere.
I bambini devono affrotare i compiti da soli e noi dobbiamo aiutarli solo quando si trovano in difficoltà. Ma attenzione! Non dobbiamo certo fargli i compiti! Possiamo ri-spiegare loro la lezione che non hanno capito, i passaggi che hanno dimenticato, insomma le cose che fa una maestra. Di certo la mestra non si mette davanti l'alunno a dirgli "scrivi questo" bensì deve essere l'alunno a capire cosa scrivere.

E tu invece? Che mamma sei? ti siedi accanto a tuo figlio/a e lo aiuti a fare i compiti o lasci che li faccia da solo?

domenica 7 novembre 2010

Arriva il fratellino, le reazioni del primo figlio

"Eccola! Sempre in braccio lo tiene... 
Quante coccole che gli fa.... Uffa, sta sempre con lui...
E io? Non mi considera più, non mi coccola più, non mi vuole più bene!"

State attenti genitori perchè questo potrebbe essere quello che pensa il vostro bambino di voi e del suo fratellino!
In molti ci siamo passati! Quando eravamo bambini eravamo pieni di coccole, appiccicati ai nostri genitori che ci coccolavano e viziavano come fossimo la cosa più bella che gli sia capitata. Poi nasce il fratellino/sorellina e tutto all'improvviso cambia! Mamma e papà non giocano più con noi, non ci coccolano, non siamo più la cosa più bella del mondo!
Certo, in realtà non era così, ma allora eravamo troppo piccoli per poter elaborare il fatto che loro ci adoravano ancora ma che dovevano occuparsi anche del nostro fratellino!
E in quanti di noi abbiamo sofferto la gelosia nei confronti dei nostri fratellini che avevano la sola colpa di essere gli ultimi arrivati!
Io stessa ero tremendamente gelosa di mio fratello perchè secondo me mia madre voleva più bene a lui che a me.
E crescendo allontanavo mio fratello perchè lui era il preferito e gliene facevo passare di tutti i colori!
A quanti di voi è capitato?

Allora, cosa fare se vostro figlio è geloso del fratellino?

L'aiuto del papà.L'arrivo del secondo figlio è una gioia immensa per i genitori che ovviamente si buttano a capofitto sul pargoletto che dipende esclusivamente da voi e soprattutto dalla mamma, perciò è importante che il padre occupi gli spazi che non riesce a coprire la madre perchè troppo indaffarata col secondo genito.
E quindi arrivato il momento che il padre si occupi maggiormente del primogenito. Inoltre il padre deve cercare di sostituire la madre il più possibile con il nuovo arrivato per permetterle di dedicarsi al bambino che prima di allora era l'unico grande amore.

Rendete il vostro bambino partecipe della vita del nuovo arrivato. Fate sentire il vostro bambino importante! permettetegli di accudire il fratellino, magari fategli scegliere i vestiti da mettere al piccolo, dategli il piccolo in braccio (sempre sotto la vostra supervisione), fatelo provare a dar da bere al fratellino, vedrete che comincerà a giocare con lui. Ma attenzione però, non trattatelo come il baby sitter del fratellino altrimenti si sentirà obbligato a far certe cose e la gelosia potrebbe solo aumentare.
Fategli fare le cose solo se ne ha voglia.

Dategli delle responsabilità. Un modo per non far sentire escluso il vostro bambino e di farlo sentire importante nei confronti del fratellino. Ditegli che adesso lui è il più grande e che dovrà guidare il fratellino nella crescita, che dovra insegnargli tante cose, che lo proteggerà e lo difenderà quando sarà necessario, perchè il suo fratellino sarà anche il suo migliore amico. Fategli capire che il fratellino avrà sempre bisogno di lui perchè lui sarà la persona che vorrà imitare.

Coccole. Coccolatelo, coccolatelo sempre e giocate con lui ogni volta che ne avrete occassione. Approfittatene quando il piccolo dorme o è uscito col papà. Ritagliate degli spazi per lui, magari una volta a settimana lasciate il secondogenito per un paio d'ore alla nonna e uscite col vostro bambino.

venerdì 29 ottobre 2010

dopo parto, perdere peso

Se durante la gravidanza non avete esagerato col prendere chili (in genere si devono prendere al massimo dagli 8 ai 12 chili), tornare in forma non sarà difficile perchè dovrete smaltire solo quei 4, 5 chili che sono rimasti.
Se invece al contrario, in gravidanza vi siete proprio lasciate andare dandovi alla buona forchetta, senza rinunciare a nulla, non vi spaventate, occorrerà un po più tempo,costanza e volontà, ma riuscirete comunque a perdere peso e a tornare in forma.
Niente paura dunque!
Vediamo ora come tornare in forma dopo la gravidanza:

Allattamento. Se allattate al seno sarà più facile riprendersi fisicamente perchè l'allattamento richiede un grande dispendio di energia e può anche succedere che si perdano più chili di quanti se ne siano presi.
Ecco perchè durante l'allattamento si deve fare una dieta ricca di proteine, vitamine, fibre e sali minerali.
Sport e allattamento. Se per riprendere la forma che avevate prima della gravidanza volete fare sport senza rinunciare all'allattamento allora sappiate che si.... potete indossare la tuta!
ovviamente evitate gli eccessi non sforzate troppo il corpo, si parla di uno sport più leggero rispetto a quello che si fa normalmente. quindi si alla corsa leggera, al fitnes o a qualsiasi altro sport purchè non si esageri.
Se si fa troppo sforzo l'acido lattico potrebbe alterare il gusto del latte e renderlo poco gradevole al piccolo ma si parla di sport fatto in maniera troppo pesante per cui state tranquille e allenatevi un po!
Alimentazione. Come detto prima occorre una dieta ricca di proteine, quindi non rinunciate alla carne e legumi, vitamine, frutta e verdura, fibre e sali minerali, quindi latte yogurt e formaggi che sono ricchi soprattutto di  calcio. Rinunciate invece ai dolci ed evitate paste troppo elaborate, mangiate più leggero.
Non pensateci nemmeno a fare diete assurde per dimagrire in fretta. Finchè allattate e bene fare un'alimentazione corretta ed equilibrata.
Lasciate quindi le diete a quando il vostro bambino sara svezzato.
La cosa più importante é che non dovete scoraggiarvi, basta solo un po d'impegno anche perchè dimagrire tanti chili in pochi mesi è la cosa più sbagliata che si possa fare. Per dimagrire bene si devono perdere al massimo 2, 3 chili al mese altrimenti la vostra pelle perderebbe elasticità e causerebbe la comparsa delle smagliature che resterebbero in eterno. Per non parlare poi delle gravi carenze nutrizionali.
Un ultimo consiglio: bevete molta molta acqua!

mercoledì 27 ottobre 2010

La suocera

Uno dei problemi  più sentiti da gran parte delle famiglie, soprattutto del sud, è l’invadenza della suocera.
In genere la suocera più problematica è quella della moglie perché sembrerebbe che sia più restia a lasciare il proprio figlio nelle mani di un’altra donna, ma anche la suocera del marito non scherza se pur in minor misura.
La suocera invadente è quella che come stira le camicie del figlio meglio di lei non lo fa nessuno , solo lei sa cucinare meglio e solo lei ha la casa più pulita, ordinata e splendente del pianeta  già alle sette di mattina perché a quanto pare la notte invece di dormire, di nascosto persino della propria famiglia, pulisce casa senza fare alcun rumore e così il marito appena si sveglia al mattino si ritrova su un letto già rifatto!
E le prelibatezze che la suocera cucinava per il figlio non hanno eguali rispetto alle cose scialbe e prive di gusto che la nuora prepara , così la suocera invadente si intrufola nella tua cucina, magari proprio quel giorno che l’avevi invitata a pranzo per fare  bella figura con lei, e con una leggera spinta della sua anca ti caccia via dai fornelli, ti stappa dalle mani gli ingredienti che stavi tritando, ti sfila via il grembiule furtivamente e si mette a cucinare la pasta al forno che tu stavi preparando apposta per lei. Poi seduti a tavola ecco che arriva l’esclamazione che non ti aspetti “Se avessi avuto una foglia di menta sarebbe venuta più buona, ecco perché i piatti non ti riescono mai bene!”
Se uscendo compri qualcosa per la casa, non so, un vaso, uno specchio o degli arredi in genere approfittando di una promozione vista su un volantino e poi, fiera, la mostri alla suocera invadente (ovviamente dopo averla accuratamente spolverata e lucidata con detersivi che la suocera stessa ti aveva raccomandato) lei ti risponderà “Carino, però se me lo avessi detto prima, ti avrei fatto prendere quel lampadario, così, uguale, a un prezzo inferiore e in ceramica, invece di prenderlo in vetro!”.  Ed è a questo punto che tu, in un attimo prendi la scala, smonti velocemente quel lampadario, ti volti verso di lei, le sorridi esprimendole il tuo consenso alla sua opinione e, impugnando il lampadario come un’arma, gliele dai di santa ragione!!!!
Naturalmente questa è solo una parodia di come le mogli avvertono la suocera invadente. L'abbiamo buttata sul ridere!
In realtà l’invadenza si può anche ridurre facendo entrare in scena il marito che deve mostrare una chiara posizione. Di certo solo il figlio può permettersi di dire alla madre di non mischiarsi nelle faccende della propria famiglia senza ferirla ed evitando di creare astio tra moglie e suocera.
La moglie a sua volta deve cercare di andare d’accordo con la suocera ed evitare di spingere il marito contro la madre altrimenti glielo farà pesare a vita.
Ricordiamoci sempre che anche noi mamme non vorremmo mai che i nostri figli non ci guardino più.
Ma come andare d’accordo con la suocera (escludendo la parodia della super invadenza)?
Ecco alcuni consigli:
1.       Dimostrategli che da loro avete sempre qualcosa da imparare. Quando avete qualche dubbio su qualche piatto da cucinare, su una macchia che non riuscite a togliere,qualche negozio di articoli per la casa, ma anche su alcune sue passioni come per esempio il giardinaggio o il cucito. Magari potreste farle notare che  nelle sue passioni è in gamba e che avete solo da imparare.
2.       Quando si avvicina il suo compleanno o il natale regalatele qualcosa che lei desidera. Le dimostrerete che tenete in considerazione i suoi gusti. Fatele un regalo ben ponderato, non un regalo qualsiasi.
3.       Andatela a trovare anche senza vostro marito, o magari chiamatela per organizzare un ‘ uscita insieme, magari fate shopping insieme. Le dimostrerete che non la frequentate solo perché è la mamma di vostro marito ma perché la sentite come un’amica.
Seguire questi consigli potrebbe evitare lo sterminio della suocera col lampadario!

Ebook consigliati:  Problemi e soluzioni, l'energia dei 7 chakra

martedì 26 ottobre 2010

Arriva Natale! Ecco alcune idee regalo bimbi

Natale è alle porte e tutti i bambini stanno preparando le loro letterine da inviare a Babbo Natale!
Qualche desiderio forse non potrà essere soddisfatto perchè impossibile da realizzare, qualche altro sarà invece troppo costoso, ma per fortuna tutti i bimbi sono felici di ricevere qualsiasi regalo! 
E allora non deludiamoli e scegliamo per loro il regalo che potrebbe soddisfarli al meglio!

Idee regalo per bimbi in età compresa tra 1 e 3, 4 anni.

Per bambini così piccoli è molto più semplice scegliere i regali ed inoltre la scelta e molto ampia. I giochi sonori sono adatti per bambini di 1, 2 anni, un esempio ne sono il tavolo giardino delle parole,
giochi_300x250.jpgla fattoria parlante e il tappeto degli animali cantanti, ma anche i tricicli e i cavalcabili sono adatti.
Per i bambini un po più grandi (3, 4 anni) ci sono giochi come gli scivoli le casette e la moto monster ducati.
Io consiglio di dare un'occhiata subimbomarket.it. oppure su
Newbabyland.com. sotto la categoria giochi.
Su bimbomarket c'è una più ampia scelta ma potresti visitarli entrambi e valutare i prezzi. Magari trovi lo stesso prodotto a un prezzo inferiore
Inoltre trovi giochi adatti a tutte le tasche e di questi tempi si sa che mettere le mani in tasca è diventato più difficile! 
Ma si... A natale è concesso spendere per i nostri piccoli!

Idee regalo per bimbi dai 4 anni in su.

300x250_Banners Classici A una certa età sarebbe meglio conoscere i gusti dei vostri bimbi, nipoti, o figli di amici anche perchè im bambino sa già quale regalo chiedere a Babbo Natale, per cui chiedete ai genitori o studiate i bambini per capire i loro gusti. Ad esempio se ai maschietti piace Ben 10 o Spiderman potreste regalargli qualcosa che sia correlato a questo. Il monopattino di Spiderman oppure il flipper di Toy Story, o ancora i giochi Lego,  mentre per le femminnucce potrebbero essere interessanti i ZhuZhu pets, le Moxie Girlz o qualcosa che abbia a che fare con Hello Kitty o qualche altra beniamina. Inoltre le femminucce crescono prima dei maschietti e a circa 10, 11 anni vorrebbero imitare gli adulti per cui potreste regalar loro degli accessori come una borsetta di Hello Kitty o Lelly kelly o delle gonnelline ma anche qualche trousse di trucchi adatti alla loro età o giochi di moda o addirittura un iPod.
Insomma avete l'imbarazzo della scelta!
Tutto questo puoi trovarlo da Pixmania.it nella sezione giochi per quanto concerne i giocattoli  mentre per il resto date un'occhiata alle categorie che vi interessano. Il sito presenta un catalogo con oltre 5000 prodotto a prezzi imbattibili e inoltre, con l'arrivo del natale arrivano anche gli sconti su tutti i prodotti. Chissa magari trovi anche il regalo giusto per te visto che si possono trovare articoli per la casa, l'elettronica, elettrodomestici, fotografia, informatica e molto altro ancora.
Visita il sito  qui

venerdì 1 ottobre 2010

Essere mamma: Il seggiolino auto: quale scegliere e come posizionarlo

Essere mamma: Il seggiolino auto: quale scegliere e come posizionarlo

Il seggiolino auto: quale scegliere e come posizionarlo

Il seggiolino auto all'anno di età è molto importante.
Alla nascita il vostro bambino avrà sicuramente a disposizione il trio, ossia culletta passeggino e ovetto che va utilizzato sino a un anno. Passato l'anno di età o comunque il peso dei 9 chili è bene cambiare l'ovetto con il seggiolino auto.
Anzitutto c'è una premessa da fare sull'ovetto che va tenuto, secondo il codice della strada, sul sedile posteriore dal lato del passeggero (non del guidatore) e in senso contrario alla marcia, rivolto cioè con le spalle verso il sedile anteriore e ben allacciato con le cinture di sicurezza presenti nell'ovetto anche per brevi tragitti. Tale posizione permette, in caso d'urto di mantenere la schiena e la testa al sicuro rispetto alle altre posizioni perché ha un sistema di ritenuta adeguato rispetto a tutte le altre posizioni. Può inoltre essere messo davanti sul lato del passeggero sempre portando le spalle alla strada ma a condizione che venga disattivato l'airbag in quanto l'apertura improvvisa dell'airbag spingerebbe l'ovetto contro il  sedile rischiando di soffocare il piccolo.

Attenzione quindi a rispettare tali norme sull'ovetto, ne va della sicurezza del vostro bambino!!!

A nove chili di peso, invece, si deve utilizzare il seggiolino auto omologato che deve essere messe obbligatoriamente sui sedili posteriori, meglio quello del passeggero, in senso di marcia e  con le cinture di sicurezza,presenti nel seggiolino sempre allacciate.

Quali sono i requisiti che deve avere un seggiolino auto? 

Club Foppapedretti - 120x600_prodottiAnzitutto un seggiolino auto deve essere omologato, ciò indica che hanno i requisiti minimi di sicurezza e inoltre si rischiano multe dai 70 ai 300 euro se non è omologato. Deve essere un seggiolino adatto all'età del vostro bambino quindi bisogna acquistare un seggiolino di 9/18 chili reclinabile, non prendetelo più grande perchè quelli di 9/36 chili in perchè in genere non sono reclinabili e se il vostro è un bambino che si addormenta spesso in auto, se il seggiolino è in posizione eretta, vedrete la sua testolina ciondolare continuamente da una parte all'altra (lo dico per esperienza). Meglio quindi un seggiolino reclinabile in modo che se il bimbo dorme starà in una posizione più comoda anche per il suo collo. Osservate anche che abbiano una buona imbottitura anche lateralmente adatta in caso di urti laterali e inoltre che il montaggio e l'allacciamento delle cinture sia semplice.
Un'ottima marca è quella della foppapedretti outlet, si adatta a ogni esigenza del bambino ha un'ottima imbottitura, facile nel montaggio e puoi trovarne uno adatto anche alle tue tasche perchè  in foppapedretti outlet ci sono sempre tantissime promozioni. Anch'io ne ho acqustato uno e sono molto soddisfatta del mio acquisto! Scopri le offerte sul sito Foppapedretti!
 

venerdì 24 settembre 2010

Il suo primo compleanno: idee regalo

Il primo compleanno del proprio bambino è, per i genitori, un momento molto importante. Il bambino ovviamente non può certo rendersi conto di cosa stia accadendo attorno a se e perché,  perciò guarda cosa gli accade intorno e si diverte con i suoi nuovi giocattoli.
Alcuni magari si infastidiscono per la confusione o per le centinaia di foto o perché semplicemente passa tra le braccia di chiunque nel giro di pochi minuti, altri restano un po' sbigottiti e altri ancora invece appaiono molto contenti ma di certo tutti apprezzano i tanti regalini.

Ma cosa regalare al suo primo compleanno?

Molti genitori lamentano il fatto che i loro piccoli ricevono giocattoli non adatti alla loro età e quindi pericolosi perché contengono parti piccole che possono essere fonte di soffocamento se portati in bocca. Anche mia figlia, ad esempio, a ricevuto di questi giochi e come era scontato ha portato in bocca ogni piccolo componente ( immaginate la paura!).
Il primo consiglio e quindi quello di non acquistare mai giocattoli non adatti all'età del vostro bambino o comunque del bambino a cui fate il regalo. Prestate quindi attenzione alla dicitura "non adatto a bambini inferiori ai 3 anni di età".
Se poi invece è il vostro piccolo a compiere gli anni potreste chiedere ai vostri cari, con molto garbo e se lo potete fare, di evitare di comprare giochini non adatti all'età del vostro bimbo.
Di certo la cosa a cui dovete pensare e che lo fate per il bene del vostro pargolo.

I giocattoli
Passeggini, carrozzine, culle, seggioloni, seggiolini auto e lettini, tutto per la prima infanzia su NewBabyLand.com Un bel regalo molto gradito sia dal piccolo che dai genitori potrebbe essere il triciclo. E' utilissimo d'estate per uscire al posto del passeggino ma anche in inverno durante le belle giornate il bambino sarà felicissimo di andare sul triciclo! Inoltre via via che il piccolo cresce si possono smontare alcuni pezzi come la cappottina o il poggia piedi e il bambino potrà iniziare a pedalare senza essere spinto dal manubrio che si trova alle spalle del triciclo. E' un regalo che sarà utilizzato per alcuni anni infatti se non lo si regala saranno i genitori stessi ad acquistarlo. Un altro regalo potrebbe essere anche lo scivolo o se preferisci un gioco più contenuto come ad esempio un bel peluche, la fattoria parlante o altri giochi simili trovi un'ampia scelta su Newbabyland, il negozio online con prodotti di qualità per il tuo bambino. Visita il sito per scoprire tutte le offerte e tutti i prodotti che possono interessarti, ti basta cliccare sull'immagine qui di fianco.


 Abbigliamento
un altro bel regalo può essere un completino un giubottino o un vestitino. con l'abbigliamento si può spaziare su qualsiasi cosa, a parte le scarpine se non si conosce la misura. Ma anche pigiamini  o pagliaccetti. Insomma c'è l'imbarazzo della scelta e anche qui trovi una vasta scelta su Newbabyland.


Per la cameretta
Un' altra idea regalo può essere un accessorio per la cameretta. ad esempio una abatjour  per bambini, un portafoto ( magari con la foto del festeggiato), un carillon, delle ceste portagiochi, una piantana, dei cuscini decorati  un tavolino con la sediolina o magari una copertina per la culla. Insomma puoi spaziare su qualsiasi cosa possa riguardare la stanzetta di un bambino e tutto questo puoi trovarlo su Newbabyland! Approfittane, clicca sull'immagine per scoprire tutte le offerte e i tantissimi prodotti che propone!